Le Tombe Dei Giganti

Tombe dei Giganti di montesape
Tombe dei Giganti di Su Monte e S’ape – Olbia (SS)

“LE TOMBE DEI GIGANTI DELLA SARDEGNA”

Progetto interdisciplinare di Alternanza Scuola-Lavoro
con laboratori di archeologia, ceramica nuragica e disegno
Anno scolastico 2018/2019

Referente del Progetto – Prof.ssa Rita Spiga

Questo progetto di alternanza scuola-lavoro nasce dall’esigenza e dal desiderio di continuare il lavoro svolto nei tre precedenti anni scolastici

con gli alunni delle sezioni D ed E, che hanno ormai acquisito molte conoscenze sull’Archeologia sarda. Quest’anno avranno l’opportunità di prendere contatto con la ceramica, uno dei materiali più importanti dello scavo archeologico, e di conoscere i processi di estrazione, lavorazione e modellazione dell’argilla, impiegati in epoca preistorica.

Sotto la guida di un esperto ceramista sperimenteranno le tecniche per forgiare i manufatti vascolari tipici dell’età nuragica. Il ripristino delle antiche tradizioni, quale appunto l’arte della ceramica, è un’interessante e formativa attività educativa. Uno degli scopi che si prefigge questo laboratorio è quello di far scoprire ai ragazzi, oltre alle dimensioni artistiche dell’arte degli uomini e delle donne nuragici, anche i valori morali e spirituali dei nostri antenati.

Discipline e insegnanti coinvolti:

Archeologia: Le lezioni, volte all’apprendimento delle conoscenze relative alle sepolture nuragiche sarde chiamate “tombe dei giganti”, all’apprendimento delle origini più antiche della ceramica e all’apprendimento della tecnica grafica che permette, attraverso il disegno, di ricostruire la forma e la tipologia di un manufatto in ceramica, partendo da un frammento, saranno effettuate dalla prof.ssa Rita Spiga.

Ceramica: Le lezioni, volte all’apprendimento delle nozioni di base sulla lavorazione della ceramica antica, in particolare quella di epoca nuragica, saranno tenute dal ceramista che vincerà la gara d’appalto indetta dall’Istituto.

Risultati attesi:

Le conoscenze e le competenze acquisite permetteranno agli alunni di riprodurre il corredo funebre rinvenuto in una o due tombe dei giganti (la scelta verrà effettuata in seguito) e di ricostruire graficamente delle forme fittili, partendo da un frammento di ceramica.  Ciò potrà avvenire dopo lo studio teorico del megalitismo funerario di epoca nuragica e della produzione della ceramica sarda in epoca preistorica, nonché l’apprendimento delle nozioni di base delle tecniche di lavorazione della ceramica nuragica e la conoscenza delle tecniche del disegno tecnico a mano libera. Quanto prodotto verrà esposto in una mostra, che verrà allestita a fine anno.

Azioni, fasi e articolazioni dell’intervento progettuale:

1^ fase: laboratorio di Archeologia e Disegno, con lezioni tenute dalla prof.ssa Spiga, con l’ausilio di un power point, appositamente realizzato, video-lezioni e filmati.
2^ fase: laboratorio di ceramica antica e applicazione delle conoscenze acquisite, per creare e realizzare forme fittili di epoca nuragica.
3^ fase: cinque visite guidate presso le tombe dei giganti più interessanti.

Definizione dei tempi e dei luoghi:

Il laboratorio prenderà avvio nel mese di novembre e si concluderà nel mese di aprile, con incontri settimanali di due ore, al pomeriggio, nei locali dell’Istituto.
Inizierà con le lezioni di Archeologia alle quali seguiranno quelle di Ceramica e di Disegno.
Le lezioni saranno intervallate da cinque uscite didattiche.

Articolazione delle attività

Il progetto comprende:

  • n°2  laboratori di Archeologia e disegno archeologico di 15 ore ciascuno per due gruppi di alunni, uno di 12 e l’altro di 11, per l’insegnamento delle nozioni di base di ceramica preistorica, in particolare nuragica, che si svolgeranno in orario pomeridiano presso i locali del Liceo, a partire dal mese di Novembre 2018.
  • n°5 laboratori di Archeologia di 5 ore ciascuno per i due gruppi uniti, durante 5 uscite didattiche in tutto il territorio regionale (una di due giorni e tre di un giorno), con lo scopo di visitare e conoscere le tombe dei giganti più significative della Sardegna.

Le attività si concluderanno presumibilmente entro il mese di APRILE 2019.