Domus De Janas

Domus de Janas- Budduso - necropoli di Ludurru
Buddusò – Necropoli di Ludurru

Progetto “LE DOMU DE JANAS DELLA SARDEGNA”

Progetto di alternanza scuola – lavoro
anno scolastico 2017 – 2018
Prof.ssa Rita Spiga

Le domus de janas sono strutture sepolcrali preistoriche costituite da tombe scavate nella roccia tipiche della Sardegna prenuragica. Si trovano sia isolate che in grandi concentrazioni costituite anche da più di 40 tombe. A partire dal Neolitico recente fino all’Età del Bronzo antico, queste strutture caratterizzarono tutte le zone dell’isola. Ne sono state scoperte più di 2.400, circa una ogni chilometro quadrato, e molte rimangono ancora da scavare. Sono sovente collegate tra loro a formare delle vere e proprie necropoli sotterranee, con in comune un corridoio d’accesso (dromos) ed un’anticella, a volte assai spaziosa e dal soffitto alto.

In italiano il termine in lingua sarda domus de janas (variante meridionale) è stato tradotto in “case delle fate“. Le domus de janas in altre zone dell’isola sono conosciute anche con il nome di forrus, forreddus, concheddas, gruttas.

Gli alunni, seguiti dalla prof.ssa Spiga, hanno realizzato due schedari delle domus de janas, che verranno immessi in rete, dopo la presentazione dei lavori, fissata per il giorno
1 Dicembre 2018 nell’aula Magna dell’Istituto
(seguirà programma dell’incontro).

SINTESI DEL PROGETTO

Durante l’anno scolastico 2017/18 con gli alunni delle classi 3^D e 3^E è stato sviluppato il Progetto di Archeologia e Disegno intitolato “Le domus de Janas della Sardegna”. I destinatari del progetto avevano già seguito nel biennio, in orario curricolare, i due progetti pluridisciplinari di Archeologia e Storia dell’Arte dal titolo “I Giganti Sardi” (nell’a.s. 2015/16) e “Dai Giganti Sardi … indietro nel tempo … ai Menhir” (nell’a.s. 2016/17), conclusisi ognuno con una conferenza, durante la quale sono intervenuti eminenti studiosi. Per il desiderio di proseguire lo studio dell’Archeologia sarda il progetto per le classi terze si è trasformato in alternanza scuola-lavoro.

Incarichi e docenti
Coordinatrice del progetto: prof.ssa Rita Spiga
Tutor interno: prof.ssa Luisa Meloni
Tutor esterno: signor Nicola Castangia, presidente dell’associazione ArcheofotoSardegna

Il Finanziamento
Le spese, per quanto riguarda le uscite didattiche, sono state per 50% a carico delle famiglie e per il 50% a carico del Liceo, che ha provveduto anche a liquidare l’associazione ArcheofotoSardegna, vincitrice della gara d’appalto per lo svolgimento delle lezioni, teoriche e pratiche, di fotografia e ripresa.

 

Descrizione
L’intervento progettuale è stato articolato in più fasi:

1^ fase: laboratorio di Fotografia tenuto dal fotografo signor Castangia (presidente dell’Associazione ArcheofotoSardegna) e lezioni di Archeologia tenute dalla prof.ssa Spiga, con l’ausilio di un powerpoint, appositamente realizzato, video-lezioni e filmati.

2^ fase: laboratorio fotografico in situ e applicazione delle conoscenze di fotografia e di ripresa acquisite, durante la visita ad alcune necropoli a domus de Janas, presenti in tutto il territorio regionale (lezioni tenute dal fotografo signor Castangia).

3^ fase: lavoro di studio e schedatura delle domus visitate e non solo (lezioni tenute dalla prof.ssa Spiga) e Disegno a mano libera delle domus, da inserire nelle schedature (lezioni tenute dalla prof.ssa Meloni).

  • Finalità e obiettivi
    Sviluppare la capacità di problematizzare, contestualizzare e storicizzare le diverse forme del sapere
  • Acquisire e padroneggiare i linguaggi specifici dei diversi sistemi del sapere e avere la capacità di utilizzarli nell’esposizione scritta e orale, adeguati ai vari contesti
  • Acquisire la conoscenza dei metodi di ricerca scientifica più avanzata
  • Saper applicare le conoscenze teoriche in contesti operativi di carattere scientifico
  • Acquisire e interpretare informazioni individuando collegamenti e relazioni
  • Acquisire consapevolezza di sé e del proprio ruolo
  • Saper interagire con i compagni e gli adulti in modo corretto e responsabile
  • Operare nel rispetto dei tempi e degli impegni assunti
  • Compilare due schedari, uno per classe, delle domus de Janas della Sardegna e immetterli in rete

Tempi

Il progetto si è svolto durante l’intero anno scolastico per complessive 82 ore per classe. Ha avuto inizio ad Ottobre con le lezioni di Archeologia e Fotografia. Le lezioni di Archeologia sono state due ore per classe a settimana, in turno pomeridiano, e le lezioni di fotografia sono state cinque per classe, di due ore ciascuna, in turno pomeridiano, tutte in compresenza con la prof.ssa Spiga e 4 in compresenza con la prof.ssa Meloni. Le lezioni si sono tenute nei locali dell’Istituto.

Sono state effettuate 5 uscite didattiche. La prima di due giornate nel Sassarese con un pernottamento, per visitare a Villanova Monteleone le domus de Janas di Potu Codinu, ad Alghero le necropoli a domus de Janas di Anghelu Ruju e di Santu Pedru con la tomba dei vasi tetrapodi, ad Ossi la necropoli a domus de Janas di Mesu ‘e Montes e a Putifigari le domus de Janas “S’incantu”.

La seconda a Bonorva per visitare la necropoli di Sant’Andrea Priu. La terza a Pimentel per la visita alle domus de Janas di Corongiu e S’acqua Salida e a Orroli per la visita alle domus de Janas di Su Motti. La quarta per visitare a Villaperuccio la necropoli a domus de Janas di Montessu. La quinta uscita per la visita a Oniferi delle domus de Janas di Sas Concas.

Le classi sono sempre state accompagnate dal tutor esterno, dalla coordinatrice e, per quattro uscite, dalla tutor interna.